Archivio

Posts Tagged ‘Diego Cammarata’

Nostra mafia quotidiana

4 ottobre 2009 79 commenti

“Reverendo, ma questa mafia, alla fine, cos’è ?”, chiese il papa al segretario dell’arcivescovo di Palermo.
“La mafia è quella che non si vede e non si sente, ma chi è nato qui sa vederla ovunque”, rispose il giovane prete. Leggi tutto…

Risus abundat

15 giugno 2009 18 commenti
Il re leone

Banzai, la iena ridens stupida del film: Il re leone

Gentile Signor Diego Cammarata, Sindaco di Palermo,

Qualche tempo fa le chiesi dalle colonne di questo blog di rendere trasparenti le sue spese della sua ultima campagna elettorale a sindaco, quella in cui la sua faccia appariva, col suo ormai celebre sorriso, accanto a frasi del tipo: “Palermo, la città più glamour d’Europa”; “Palermo, la città più vivibile del mondo”. Ora, forse non ricordo bene e onestamente non saprei più dire se sto esagerando io adesso o lei allora… Leggi tutto…

Munnizza ‘ncapu munnizza

30 maggio 2009 27 commenti
Palermo - Cenciaioli al lavoro in discarica - Archivio storico Amia

Palermo - Cenciaioli al lavoro in discarica - Archivio storico Amia

Si profila a Palermo una nuova emergenza ambientale, come a Napoli lo scorso anno.
Già atteso per il Luglio 2008, il crac dell’Amia di Palermo, l’azienda municipalizzata per la gestione della viabilità e l’igiene ambientale, si ripresenta puntualmente con l’inizio della calda stagione. Intanto, tra la giunta del sindaco Diego Cammarata e il consiglio comunale si consuma all’interno della maggioranza una lotta di tutti contro tutti per riuscire nella quadratura del cerchio; una lotta che comuncia a coinvolgere la Regione e perfino il governo centrale: salvare l’Azienda e i suoi posti di lavoro e di consenso con un consistente aumento della tassa sui rifiuti o, in vista delle imminenti tornate elettorali, evitare di irritare i cittadini mettendo loro, come si dice, le mani in tasca?
Magari con uno spettacolare super regalo da Roma, a suon di milioni di euro (sembra ne occorrano 150-170 solo per sanare il disavanzo dell’Amia), come quello elargito lo scorso anno al sindaco forzista di Catania, Scapagnini?
Staremo a vedere. Intanto… Leggi tutto…

Tutti casa e chiesa

8 ottobre 2008 15 commenti
Il portico sud della Cattedrale di Palermo occupata da un gruppo di senzatetto. 6.10.2008. Foto G. Tre Re.

Il portico sud della Cattedrale di Palermo occupata da un gruppo di senzatetto. 6.10.2008. Foto G. Tre Re.

Gentile Dott. Piero Cascio, cronista del Giornale di Sicilia

Stamane ho letto il suo articolo dal lapidario titolo “Estremismo pericoloso”, pubblicato il 6 ottobre 2008 sulle colonne di quel Tempio della Libertà di Stampa e di Pensiero, che è il Giornale di Sicilia. In quell’articolo lei denuncia coraggiosamente l’«eclatante atto dimostrativo» dell’occupazione della Cattedrale di Palermo da parte di sfollati, colpevoli di avere «rifiutato l’offerta» del sindaco Diego Cammarata, di un «ricovero presso la missione di Biagio Conte», l’istituzione caritativa che accoglie gli homeless palermitani (anche se Biagio Conte manda a dire che da lui non s’è fatto sentire nessuno e comunque non ha posto). Leggi tutto…

Signor sindaco, dove prende i soldi per la sua campagna elettorale?

Il sindaco di Palermo, Diego Cammarata

Solo una domanda per il sindaco forzista di Palermo, Diego Cammarata, candidato del centrodestra per il rinnovo della carica alle prossime amministrative di maggio.

Saremmo felici di avere riscontro.

N. B. Diego Cammarata ha vinto la competizione elettorale al primo turno. Lo sconfitto, Leoluca Orlando, ha subito parlato di brogli. Staremo a vedere. Sulla questione del finanziamento della campagna elettorale non abbiamo avuto finora nessuna risposta e non ci risulta che altri l’abbiano sollevata. Anche qui attendiamo i resoconti. Sarebbe più democratico, più etico, più rispettoso degli elettori, però, che i candidati a ricoprire incarichi politici indicassero la provenienza dei finanziamenti delle loro campagne elettorali già prima e durante la campagna stessa, come del resto avviene in altri Paesi, e non solo dopo. Una maggiore trasparenza non potrebbe che far bene al rapporto sempre meno fiduciale tra i cittadini e le cose dello Stato.
Non sembra anche a lei, Signor Sindaco?

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: