Staminali e clonazione umana

La bioetica consapevole. Il futuro prossimo della medicina e lo statuto dell’embrione umano

Giampiero Tre Re

Note in margine a D. Neri, La bioetica in laboratorio, cellule staminali, clonazione e salute umana, Prefazione di Rita Levi-Montalcini, Laterza, Bari-Roma, 20032

Pubblicato per la prima volta col titolo Quale statuto per l’embrione umano? In Janus, III, (2003) n. 11, 101-106

Debellare malattie del sistema nervoso, come il Parkinson, l’Alzheimer, la malattia di Huntington, la sclerosi multipla, la sclerosi laterale amiotrofica, varie forme di paralisi cerebrale e lesioni, anche da trauma, del midollo spinale; ma anche tumori del sangue e solidi come il carcinoma mammario e disfunzioni del cuore, del fegato, e in generale degli organi interni, rigenerandone in loco i tessuti. Sconfiggere completamente e definitivamente malattie in grado di compromettere gravemente la qualità della vita delle persone che ne sono affette, come certe forme di diabete, eliminando del tutto la dipendenza da insulina o da immunosoppressori cui obbligano le terapie tradizionali. Nuove e finora impensabili strategie terapeutiche, ma anche farmaci rivoluzionari, un impulso impressionante alla ricerca pura…
Tutto questo sarà possibile, in un futuro di cui però si intravedono già i contorni, applicando in innumerevoli campi della biomedicina le straordinarie proprietà delle “cellule-stipite”, le staminali, che stanno cioè all’origine delle cellule specializzate che costituiscono ogni organismo vivente maturo.
Sarà presto possibile accrescere l’efficacia delle tecniche di geneterapia col ricorso alle cellule staminali nella cura di molte forme di cancro, come il glioblastoma, o di malattie del sistema immunitario, sia ereditarie, come la SCID, che acquisite, come l’AIDS; oppure applicare le straordinarie proprietà delle staminali alla biologia spaziale per generare in vitro tessuti e, in un futuro non troppo lontano, per plasmare addirittura interi organi in laboratorio.
Gli aspetti moralmente rilevanti, gli interrogativi etici, talvolta conturbanti, legati alle frontiere della genetica, della biomedicina, delle biotecnologie sono oggetto del libro di D. Neri, Ordinario di Bioetica nell’Università di Messina, attualmente membro del Comitato Nazionale di Bioetica (CNB), già membro della Commissione di studio, istituita nel 2000 dall’allora ministro della Sanità, Umberto Veronesi, nota al pubblico come Commissione Dulbecco, La bioetica in laboratorio, cellule staminali, clonazione e salute umana, giunto quest’anno alla seconda edizione.

Le cellule staminali e le nuove frontiere della ricerca biomedica

La struttura materiale del libro prevede un’articolazione principale in due parti, la prima delle quali, Aspetti scientifici e prospettive applicative, non è solo una descrizione delle biotecnologie in questione ma è già una preparazione del terreno concettuale per introdurre il resoconto essenziale delle questioni bioetiche, cui Neri dedicherà la seconda parte del volume. Tre, ci sembra, sono i concetti sui quali il Nostro insiste nella sezione dedicata agli aspetti scientifici, perché destinati a rappresentare il perimetro entro il quale si svolge il dibattito bioetico: la storia della biologia, di cui l’ultima tappa, la confluenza tra embriologia e genetica, è il contesto immediato nel quale nasce la ricerca sulle staminali; il nesso tra la rapidità dell’avanzamento delle conoscenze sulle staminali e la formazione e diffusione delone delelti scientificil’e il dia, della biomedicina, delle biotecnologie sono ogetto del

Annunci
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: