Cataldo Naro, Testamento spirituale

TRASCRIZIONE DEL TESTAMENTO SPIRITUALE
DI MONS. CATALDO NARO

L’A., storico della Chiesa, è stato Arcivescovo di Monreale dal 2002 fino alla morte, avvenuta il 29 settembre del 2006, all’età di 55 anni.

Tratto da: “Monitore Diocesano”, organo ufficiale della Curia Vescovile di Caltanissetta. Numero speciale in memoria di S. E. Rev.ma Mons. Cataldo Naro Arcivescovo di Monreale, pubblicato il 15-11-2006, p. 11.

Sento che posso essere chiamato da Dio all’improvviso. Le forze fisiche vengono meno. E i tanti problemi irrisolti, che ho ereditato dai miei due immediati predecessori, sembrano schiacciarmi. La diocesi, in particolare il clero, sembra non accorgersi.

Sento che, forse, il Signore sta per chiamarmi. In certi momenti sto proprio male. Le forze fisiche vengono rapidamente meno. E il peso dei tanti problemi, che ho ereditato dai miei predecessori, mi schiaccia, anche perché sembra che ad accorgermene e a doverli portare debba essere solo io. I più stretti collaboratori non mostrano di capire e di accorgersi della gravità e della complessità delle questioni. Tutto scivola in una superficialità e in una piccolezza di vedute che mi angustia e mi distrugge più degli stessi problemi.

Tuttavia il Signore mi fa dono di una grande pace interiore, di una serenità di fondo, che mi stupisce e mi dà forza. Sul limite, forse, della conclusione della vicenda terrena, lo ringrazio dell’amicizia che mi ha dato (e anche fatto sentire in una infinità di modi) e, perciò stesso, della partecipazione al suo rapporto filiale con Dio Padre. Tutto il resto- ed è moltissimo- che egli mi ha dato in questa vita terrena, scolorisce di fronte all’immensità dell’amicizia del Signore. Meglio: tutto il resto non è stato che un segno di quell’amicizia.
Soprattutto lo è stato l’affetto delle tantissime persone che, senza alcun mio merito, egli ha messo sulla mia strada. E particolarmente, ancora, la luce di conoscenza del Signore che alcune di esse mi hanno dato: padre Giunta, padre Speciale e don Giliberto, don Divo Barsotti, i colleghi della Facoltà.

Sono fiducioso che per questa sua amicizia il Signore mi userà misericordia nel giudizio che mi attende, bruciando definitivamente nel fuoco della sua benevolenza le tante resistenze al suo amore che sono tuttora presenti e radicate nella mia esistenza.
Non ho mai cercato di offendere o di fare del male ad alcuno, pur essendo consapevole del risentimento che qualcuno, specialmente da quando sono vescovo, nutre verso di me. Mi sento impotente a superare un astio che ritengo immotivato. Consegno questa mia impotenza, con tutti gli altri miei limiti, alla misericordia del Signore.
E ancora una volta gli chiedo di avere compassione della sua Chiesa monrealese.
Mi dispiace per le persone che soffriranno della mia morte, in particolare mia madre. La madre del Signore mi accompagni col suo affetto materno in questo passaggio e conforti tutti.
Non ho tempo per predisporre delle poche cose che ho. Di tutto incarico mio fratello don Massimo. A lui affido anche il desiderio -se potrà farlo valere- di essere sepolto quanto più vicino possibile al Venerabile Mons. Intreccialagli.

Annunci
  1. mario70
    10 gennaio 2008 alle 18:59

    Caro Sebastian, grazie per l’appoggio e l’amicizia!
    Sono felice di averti “conosciuto”, sei tu splendido!
    Ti abbraccio con affetto!

    PS il webmaster dovrebbe comunicarti la mia mail

  2. Sebastian
    10 gennaio 2008 alle 20:22

    OK Giampiero, acconsento che tu dia la mia mail a Mario… fai pure.

    Michele, fratello mio…. Ti faccio i miei più cari auguri per una pronta guarigione.

    Pax +

  3. Antimafia
    10 gennaio 2008 alle 20:44

    Il limite del buon gusto e della decenza non è riferito alla presunta omosessualità. Ho molti amici omosessuali, e la nostra amicizia si fonda sul rispetto reciproco. Pertanto, declino qualsiasi accusa di omofobia. Io e michele, con toni diversi abbiamo espresso lo stesso desiderio di leggere su terra di nessuno, nei suoi commenti, ciò che attinene al post del webmaster, perchè non interessa a nessun altro se qualcuno ha bisogno di calore la notte e se questo qualcuno cerca ciò consiglio i siti dedicati, senza voler entrare minimamente in questioni morali.
    @Giampiero
    Ho letto i vostri commenti di richiamo all’ordine, ma ciò non toglie i commenti in questione continuano ad esserci e ad essere illegibili e puerili, infine volgari.
    E continuo a ribadire che non si tratta di censura, cancellare un commento del genere è fare ordine, se un contenuto viene a mancare il commentatore si premurerà di reinserirlo, oppure il webmaster può cancellare solo le parti non consone alla natura del blog e del post. Infine non credo di essere stato ingeneroso con voi o offensivo nei confronti dei vostri ospiti. Ho espresso il mio giudizio nei confronti non delle persone ma dell’opportunità dei commenti di taluni.
    @Mario
    Premesso che io non sto dicendo che Cassisa abbia fatto ciò: ho soltanto tirato le somme al commento di Veritas rispondendo alla vostra richiesta di capire chi fosse il Turiddo. Quando tu chiedi che non credi che un vescovo possa fare ciò rispondo ricorda la santa inquisizione che non soltanto uccideva ma per uccideva nei modi più efferati e ignobili, e questa è anche storia nostra.
    Per quanto riguarda l’argomento chiesa-mafia credo sarebbe interessante leggere un libro che ho visto in libreria ma che nn ho ancora comprato: Le sagrestie di Cosa Nostra. Inchiesta su preti e mafiosi
    Autore Ceruso Vincenzo

  4. 10 gennaio 2008 alle 22:15

    Per tutti gli utenti di questo blog.

    La discussione continua qui:

    https://terradinessuno.wordpress.com/benvenuti/#comment-1562

    Giampiero.

Comment pages
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: